Secondo quanto riporta Reuters, il Kenya è il primo Paese al mondo ad aver venduto titoli di Stato lo scorso 23 marzo esclusivamente attraverso smartphone. L’obiettivo è quello di ampliare il pool di investitori per finanziare progetti infrastrutturali in un Paese dove sono ancora molti a non avere un conto in banca.

Il bond a 3 anni, chiamato M-Akiba, può essere quindi acquistato dagli utenti di telefonia senza necessità di un conto bancario. Si tratta di una modalità che potrebbe presto essere adottata anche da altre economie emergenti, con l’intento di attirare maggiori investimenti da fonti diverse da quelle bancarie. L’offerta obbligazionaria è stata di circa 150 milioni di scellini, circa 1,5 milioni di dollari, un test prima di una più grande emissione prevista per giugno, quando saranno sul mercato circa 4,85 miliardi di scellini.

Gli investitori possono acquistare il bond per minimo di 3.000 scellini, ovvero circa 3 dollari, guadagnano un interesse privo di imposte del 10%. Un buon compromesso considerando che molte persone erano spaventate da un investimento minimo di 50.000 scellini (500 euro) per i classici bond venduti attraverso canali tradizionali.