Nove operatori su dieci del settore dei sistemi di pagamento si aspettano che entro il 2020 il 25% delle loro operazioni potrà andare perso a favore di altri player tecnologici.

E’il risultato più dirompente dello studio “Payments in the Wild Tech World” elaborato da Pwc, focalizzato su pagamenti e transazioni elettroniche e su come le tecnologie Fintech stanno innovando il segmento e l’approccio dei clienti.

Il segmento dei pagamenti è stato storicamente considerato, nell’industria finanziaria, tra i meno vulnerabili dal fenomeno disruption. Ma i nuovi players Fintech stanno fortemente innovando il segmento ponendo serie sfide ai margini ed alla quota di mercato degli operatori tradizionali.

Le società attive nei sistemi di pagamento sono consapevoli di questo trend e non a caso sono quelle che esprimono le maggiori preoccupazioni nell’ambito dell’industria finanziaria.

Le aspettative di un’erosione del fatturato proveniente dall’attività core sta pertanto guidando le decisioni di tali società. L’84% di esse – spiega lo studio – pone lo sviluppo di nuove soluzioni Fintech al centro della propria strategia e il 35% ha già avviato proprie strutture focalizzate su questo.